Vacanze a Siena

VACANZE A SIENA

VACANZE A SIENA

Ti presentiamo un nuovo tour, sviluppato in collaborazione con le migliori guide della regione! Incredibile Siena e i suoi meravigliosi dintorni: Chianti, Volterra, Lucca, Chita della Pieve, Castiglione del Lago, San Galgano, oltre a vino, musica, arte e magia …

1 giorno, sabato

Sistemazione in hotel nella città di Siena . Tempo libero per sentirsi un po ‘immersi nell’atmosfera di questa città magica.

2 giorni, domenica

La prima colazione italiana , tra cui, ovviamente, una tazza di caffè eccellente. Per sintonizzarti su qualcosa di speciale: una conoscenza con una delle città più insolite della Toscana – Siena .
Poi fai un tour a piedi: guarda, inspira, ascolta – in una parola, assapora – Siena. Sulla strada principale di Via Montanini,cammina fino a Piazza Salimbeni e scopri tutti i segreti di una famiglia insolita, da cui la piazza prende il nome. Salimbeni: mercanti, banchieri, mecenati d’arte, persone assetate di potere, tiranni o patrioti? Stai aspettando le storie avventurose del tragico e luminoso amore dei rappresentanti dei clan aristocratici in guerra della città medievale.
Il nostro itinerario porterà alla Basilica di San Francesco , nella quale è possibile ammirare preziose opere d’arte. Ma soprattutto – un miracolo è successo qui. Ufficialmente registrato dal miracolo della Chiesa cattolica! Quale, fino a quando non te lo dirò, per preservare l’intrigo. Ma è autenticamente noto che una commissione affidabile e incorruttibile verificò l’autenticità di un miracolo nel 1789, 1889, 1815, 1854, 1914, 1922 e 1950.
Poi guarda la chiesa di Santa Maria di Provenzano , che
ospita il busto della Madonna Provenzano, molto venerato a Siena (XV secolo). La leggenda narra che nel 1552 un soldato spagnolo tentò di sparare a un’immagine sacra, ma la pistola esplose tra le sue mani e lo uccise, lasciando il busto intatto di Madonna.
L’ imponente architettura di Siena illustra vividamente stili come Manierismo e Barocco, quindi la conversazione andrà su di loro. Quindi – camminando, chiedendo e godendo – verremo alla Chiesa dei Servi di Maria Vergine . L’icona più preziosa del tempio – l’immagine della Vergine Coppo di Markovaldo – l’unica opera firmata da questo autore, datata 1261. L’artista fiorentino fu catturato durante la leggendaria battaglia del 1260 e trasferito a Siena come prigioniero di guerra. La via della libertà è stata posta da un’icona: Coppo di Markovaldo ha scritto Madonna del Bordone (Madonna del Pellegrino) come riscatto dalla prigionia. In seguito, il volto della Vergine Maria fu riscritto da un altro non meno leggendario pittore di icone, ma ora da Siena – Duccio di Buoninsegna. Qui, veramente, l’arte è chiamata a riconciliare tutti, anche i senesi ei fiorentini!
Dopo un’intensa passeggiata mattutina, sarà il turno del tempo libero: pranzare, fare una passeggiata, scattare una foto e fare una pausa. Per allora stiamo aspettando tre perle dallo scrigno dei gioielli di Siena : la Cattedrale, il Battistero e Santa Maria della Scala.
La Cattedrale della Beata Vergine Maria, o semplicemente la Cattedrale di Siena, è considerata la principale attrazione della città, visitata ogni anno da decine di migliaia di turisti. Questa è veramente una delle cattedrali più belle del mondo! Un bell’esempio di gotico italiano con una lussuosa facciata di marmo bianco, verde scuro e rosa. Ma l’interno delizia ancora di più! E vedremo tutta questa magnificenza.
Il complesso di Santa Maria della Scala , che un tempo era uno dei più grandi ospedali d’Europa, si trova proprio di fronte alla magnifica Cattedrale. Oggi questo edificio è stato trasformato nel più grande complesso museale della città, in cui sono esposte le opere d’arte più interessanti. E, naturalmente, la conoscenza della città senza Santa Maria della Scala sarà incompleta. L’edificio principale dell’ospedale è chiamato Pellegrinaio, o Sala dei Pellegrini, ed è un’enorme stanza, completamente dipinta con affreschi, che rappresentano scene della storia dell’ospedale stesso. Gli affreschi sono di Domenico di Bartolo, Lorenzo Vecchietta e Priyamo della Kerca. Il piano interrato dell’ospedale è occupato dal Museo Archeologico, le cui collezioni sono esposte lungo imponenti gallerie scavate nel famoso tufo di Siena.

3 giorni, lunedì

Dopo la prima colazione in hotel, stiamo aspettando un fantastico viaggio nella famosa regione del Chianti . Viaggio nelle città delle perle, riunite in una graziosa collana nel mare sconfinato di verdi colline. (per chi lo desidera, a pagamento)
Per prima cosa, guarda il castello di Brolio della famiglia Ricasolo (tempo di percorrenza – 45 minuti), la cui fama va ben oltre i confini dell’Italia. Oggi, il rappresentante della 32a generazione di baroni Ricasoli, Francesco, gestisce il castello e la cantina. Egli onora sacromente le tradizioni familiari, ma tuttavia il più famoso rappresentante della vecchia famiglia toscana era Bettino Ricasoli, soprannominato “Il barone di ferro”. Ha fatto molto per unire l’Italia che era frammentata in quei giorni, divenne il suo primo ministro, costruì strade, sviluppò un collegamento ferroviario. Il barone di ferro aveva solo due punti deboli: raccolta di minerali e vinificazione. Ed è stato lui che, dopo 30 anni di sperimentazioni, ha inventato la miscela del brandy del Chianti. A proposito, dicono, il barone non ha mai lasciato il castello: il suo fantasma conserva ancora l’ordine. Magari incontrare?
Qui, nel Chianti, sentiremo la leggenda del gallo nero, perché l’emblema che orna il collo delle bottiglie di vino Chianti Classico non è solo un logo commerciale …
45 minuti sulla strada voleranno inosservati, e siamo nella città di Castellina
in Chianti,
 che ha davvero qualcosa da vedere. La famosa fortezza di Castellina, che ha vissuto così tanto nella sua vita, così come il palazzo rinascimentale di Ugolini Squarchalupi e Biancardi sono sopravvissuti fino ad oggi. Li vedremo tra una degustazione, perché, ovviamente, senza vino, qui la sua magia, il suo aroma e il suo gusto non sono affatto possibili!
Un’eccellente continuazione del tour sarà un pranzo con una degustazione di vini modello Chianti Classico (per coloro che lo desiderano, a pagamento), dopo di che – ritorno a Siena (tempo di percorrenza – 40 minuti).
Serata libera , che puoi spendere per la tua sceneggiatura.

4 ° giorno, martedì

Dopo la colazione in hotel, secondo la tradizione dei nostri tour, dai un’occhiata alla vicina Umbria. Questa volta visiteremo le città di Chita della Pieve e Castiglione del Lago.
Goro Charme dock Chita della Pieve , che non è quasi cambiato il suo aspetto, con il Medioevo, costruito in mattoni rossi, che è famosa da tempo immemorabile. Dalle piattaforme panoramiche della città si può vedere una vista straordinaria sulla valle Valdichyana: montagne viola all’orizzonte, torri e piazze, la cattedrale e le piccole cappelle, le strette strade pedonali che si snodano per le strade curve per i signori – tutto questo continua leggende e leggende di antichità. Qui nacque il grande artista Pietro Vannucci, conosciuto in tutto il mondo come il Perugino. Ha lasciato la sua città natale con meravigliosi affreschi accuratamente conservati nella cappella della Madonna dei Bianchi, dove certamente guarderemo.
E a Chita della Pieve è la via più stretta d’Italia, vivi i “re dello zafferano”, lasci il “segno” dell’artista-manierista Pomaranchio – su tutto questo e molto altro ancora impari dal nostro girovagare per la città.
Tempo libero e trasferimento (tempo di percorrenza – 30 minuti) per Castiglion del Lago , che significa “castello sul lago”. Ma non puoi dirlo meglio! Un meraviglioso panorama si apre dalle mura della città, l’ex fortezza inespugnabile, verso uno dei laghi più belli d’Italia – il Trasimeno, bello e infido, il cui nome è legato a leggende su ninfe e ricordi di battaglie.
La città, nonostante le sue dimensioni modeste, sorprende con la sua eleganza ed  eleganza. Tra le sue principali attrazioni è la fortezza del leone, costruita dal monaco Ilya, il successore di San Francesco. Così come il palazzo del marchese della Cornia, costruito per ordine del leggendario eroe della battaglia di Lepanto – il marchese Ascanio. Le pareti e i soffitti del palazzo sono dipinti con affreschi di famosi artisti-manieristi: Giovanni Pandol-fi di Pesaro e il fiorentino Salvio Salvini. E la famosa Sala delle imprese del Marchese, il magnifico Pomeranchio, uno dei migliori pittori manieristi del suo tempo. Le storie di amore e odio, di vittorie e sconfitte, la storia degli dei olimpici si intrecciano con la storia d’Italia e dei famosi italiani. A proposito, il palazzo e la fortezza del leone sono collegati da un passaggio segreto!
L’ultimo accordo del nostro magico viaggio sarà un bicchiere del famoso vino rosso “Duca della Cornia”. Ora puoi tornare in hotel.

5 giorni, mercoledì

Dopo la prima colazione in hotel, fate un’escursione nell’enigmatica città di Volterra. Il tempo di percorrenza è di 1 ora, ma passerà inosservato: i pittoreschi paesaggi fuori dalla finestra non ti lasceranno annoiare.
Volterra è una delle città etrusche, e anche se non aveva un meraviglioso museo di antichità e mura perfettamente conservate, è nel suo spirito una testimonianza convincente di questa misteriosa nazione. Palazzo dei Priori, Piazza Maggiore, le torri conservate in gran numero, la moltitudine di battaglie sopravvissute sui palazzi e le merlature nei muri sono uno spettacolo raramente pittoresco. Tutto ciò che è perduto nei quartieri scomparsi della vecchia Firenze, il viaggiatore troverà qui.
Inizieremo la nostra conoscenza con la città dalla magnifica Piazza dei Priori medievale e il suo complesso architettonico, dominato dal palazzo del consiglio comunale – il più antico in Toscana. Poi vedremo la Cattedrale di Santa Maria Assunta e il battesimo del XIII secolo, faremo conoscenza con il parco archeologico del teatro romano.
Volterra è famosa per le statuette e altre cose dell’alabastro, quindi visiteremo uno dei laboratori per l’elaborazione di questa pietra bianca come la neve.

Tempo libero – per assorbire la misteriosa atmosfera dell’antichità, per fare foto sorprendenti e acquistare souvenir in alabastro. Tuttavia, tutto a volontà.
Rientro in hotel.

6 giorno, giovedì

Dopo la colazione in hotel stiamo aspettando Puccini e la sua Lucca (per chi lo desidera, a pagamento). Si può affermare con certezza che Lucca è la città di Giacomo Puccini. Fu qui, nella famiglia di un musicista ereditario, il 22 dicembre 1858, nacque il grande compositore italiano.
Un’ora e cinquanta minuti sulla strada – e siamo a Lucca. Oggi, nella vecchia casa della famiglia Puccini, dove il futuro genio musicale trascorse la sua infanzia e gioventù, sono conservati molti oggetti personali del compositore: lettere, spartiti e persino un pianoforte, dietro cui è stata scritta l’opera Turandot. A Lucca sono stati conservati molti luoghi legati alla giovinezza del compositore, e nella località turistica di Torre del Lago c’è una villa, ancora di proprietà della nipote. Qui sono sepolti sia lo stesso compositore che gli ultimi rappresentanti del clan Puccini. Durante il nostro tour, toccheremo la vita personale del compositore, visiteremo la casa in cui è nato, sentiremo l’atmosfera creativa della villa sul lago e, ovviamente, proverò i piatti che il maestro ha tanto amato. (per coloro che desiderano, durante il tempo libero)
Certo, non ignoreremo la città stessa! Lucca è stupenda, è capace di innamorarsi a prima vista anche con il turista più esperto con la sua ricca storia, le belle chiese, i lussuosi ristoranti … Questa è una delle poche città italiane in cui le antiche mura della fortezza di oltre 4 km di diametro sono quasi completamente conservate. Danno alla città un’atmosfera unica del Medioevo, comfort e romanticismo. Grazie all’età d’oro della cultura, Lucca acquisì un’intera serie di piccole chiese e cappelle con facciate fantasiose. E il numero di eleganti e maestosi palazzi, ville e palazzi della città supera tutto il decente, che si addice alle dimensioni della cornice della città. Un tour a piedi di Lucca ti farà conoscere le principali attrazioni! E tempo liberoti permetterò di assaporare la città.

Rientro a Siena la sera.

7 giorno, venerdì

Colazione in hotel e – vai. Oggi abbiamo una giornata piena di misticismo, leggende e segreti. Dopo 45 minuti di cammino, San Galgano ci incontra  resti minacciosamente belli di un monastero gotico del X secolo.
L’abbazia fu fondata nei giorni in cui il glorioso cavaliere Galgano Guidotti, discendente della nobile famiglia senese, stanco di guerre e omicidi, decise di rivolgersi a Dio e di ritirarsi dal mondo. Una notte apparve a lui una visione dell’Arcangelo Michele, che prese le redini del suo cavallo e lo condusse su una collina boscosa. Svegliandosi, il Cavaliere Galgano ha scalato una collina e lì, come gesto simbolico di rinuncia alla vita passata, ha deciso di rompere la sua spada contro una pietra, ma si tratta di un miracolo! – Entrato in un pezzo di roccia. La pietra in cui si è congelato può essere vista sotto un berretto di plexiglass in una piccola chiesa su una montagna. Sembra la storia di King Arthur. Ma la sua spada non può essere vista, e la spada del glorioso cavaliere Galgano – facilmente!
Dall’affascinante storia della guida, scoprirai la storia secolare della ricerca del Santo Graal, le storie irrisolte dei sotterranei della chiesa di Montesiepi, che i muratori stanno cercando nella chiesa di San Galgano …
Rientro a Siena per cena. Tempo libero
Chi lo desidera – conservato vigore e forza – potrà completare una piacevole giornata di escursioni visitando il lussuoso palazzo del Palazzo Publiko sulla piazza principale di Siena, dove si trova il museo con i famosi affreschi dei maestri della scuola senese. A proposito, del tutto inusuali per il loro tempo, dal momento che sono stati scritti per ordine delle autorità secolari, e non per volere della chiesa o della fratellanza religiosa. Quindi c’è poco divino lì. Ad esempio, Ambrogio Lorenzetti ha scritto un ciclo di affreschi con il titolo generale “Allegoria e conseguenze del governo buono e cattivo”. Una buona tavola è una città fiorente con gente che balla, e una cattiva tavola è criminale e malata, aggirata per le strade in rovina. Nulla è cambiato nel corso di centinaia di anni, non trovi?

8 giorni. sabato

Che ha concluso le vacanze a Siena: luminoso e ricco, solare e indimenticabile. Check-out fino alle 10.00. Non ci salutiamo, ci salutiamo.

DATE DEL TOUR

30 Dicembre – 6 Gennaio 2019

6 Gennaio – 13 Gennaio 2019

02 Marzo – 09 Marzo 2019

9 arzo – 16 Marzo 2019

16 Marzo – 23 Marzo 2019

23 Marzo – 30 Marzo 2019

30 Marzo – 06 Aprile 2019

6 Aprile – 13 Aprile 2019

13 Aprile – 20 Aprile 2019

20 Aprile – 27 Aprile 2019

27 Aprile – 04 Maggio 2019

4 Maggio – 11 Maggio 2019

11 Maggio – 18 Maggio 2019

18 Maggio – 25 Maggio 2019

25 Maggio – 1 Giugno 2019

01 Giugno – 8 giugno 2019

7 Settembre – 14 Settembre 2019

14 Settembre – 21 Settembre 2019

21 Settembre – 28 Settembre 2019

28 Settembre – 05 Ottobre 2019

05 Ottobre – 12 Ottobre 2019

12 Ottobre – 19 Ottobre 2019

19 Ottobre – 26 Ottobre 2019

26 Ottobre – 2 Novembre 2019

28 Dicembre – 01 Gennaio 2020

04 Gennaio 2020 – 11 Gennaio 2020

Tutti i Nostri Tour in Toscana

Stai pensando alla tua prossima vacanza?
Affidati a noi